< Come una Wic in bagno - Womanincharge

Come una Wic in bagno

By settembre 26, 2018Regine Dentro

La festa Wic che si è appena conclusa è stata come sempre unica nel suo genere.
Una location d’epoca dove anche le meno romantiche non hanno potuto fare a meno di pensare agli antichi fasti di aristocratiche nobildonne, un’organizzazione fatta con il cuore, l’anima e il sudore di tante Wic sempre sorridenti e disponibili, e le tante artiste che si sono esibite in danze che forse senza queste occasioni non avremmo mai avuto modo di conoscere e apprezzare, hanno fatto di questo incontro qualcosa di davvero speciale, ma ciò che come al solito lo ha reso unico è che ad incontrarsi e festeggiare sono state come sempre solo donne, centinaia e centinaia di donne.
Donne di tutte le età, di tutte le estrazioni sociali, di tutte le bellezze diverse di cui è dotata ciascuna di noi, donne che parlano, ballano, mangiano, ridono, esistono e vivono senza l’altra metà del cielo, senza gli uomini che ci distraggono da quella complicità tutta femminile che si sviluppa spontaneamente nei luoghi dove gli uomini non possono entrare.
Una festa wic, per fare un esempio, è come il bagno di un autogrill dove la tua vicina ti coda di offre un fazzolettino di carta senza che tu glielo chieda perchè tra noi ci si capisce. Naturalmente il bagno più sontuoso che possiate immaginare con statue in marmo e vista sulla città, con intrattenimento danzante e prodotti di bellezza di marca a disposizione.
Il bagno ideale dove ogni donna vorrebbe vivere, perchè non c’è salotto buono che tenga, un bel bagno è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per rilassarci e stare bene.